lunedì 18 luglio 2016

Ciao Claudio

non ci sono parole x descrivere il vuoto che hai lasciato in tutti noi .... ciao Claudio

mercoledì 10 febbraio 2016

COMUNICATO GRADINATA PERACHINO

Ecco che come al solito, per le negligenze altrui, il dito accusatorio viene puntato ancora una volta contro chi è sempre lì presente a sostenere i propri colori oltre le classifiche, gli abomini giudiziario-sportivi, le scellerate passate scelte societarie, la scarsa professionalità di chi come una terna arbitrale può influire sul risultato o su una punizione pecuniaria.
Nessuno è perfetto, ci mancherebbe: un guardalinee in confusione che commette errori uno dietro l'altro in un campo di calcio "professionistico", perde anche le staffe perché pungolato dai tifosi. Nessuno nega che sabato 6 febbraio al Bacigalupo qualche "espressione colorita" sia volata: cose che chi frequenta i campi di calcio dalle giovanili alle prime squadre, dalla terza categoria alla serie A, sicuramente ne sente tante da vendere. Non è una giustificazione e non cerchiamo giustificazioni ma siamo allibiti dalla presa di posizione contro di noi, sui "CORI" ingiuriosi e discriminatori che nessuno ha sentito, a parte l'accusatore, semplicemente perché non ci sono Stati!
Un'inaccettabile multa stratosferica con la giustificazione del Razziale che di questi tempi specialmente, fa passar come "paladini" i soliti inquisitori, e come mostri i soliti inquisiti! Inaccettabile, a parte le dovute scuse di facciata, la presa di posizione della società: non dobbiamo certo ricordare sino ad ora cosa ci ha fatto passare ultimamente questa dirigenza! E sicuramente non accettiamo morali da loro!

I gruppi della Gradinata Danilo Perachino

mercoledì 3 dicembre 2014

LA LETTERA DI BARDO




Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Enrico Bardin:

Non è più il mio calcio. Per me fare il tifo per il Savona vuol dire sostenere la squadra da oltranza oltre ogni ragionevole dubbio, cercando sempre di surclassare gli avversari a livello di cori incessanti di sostegno che devono durare per 90 minuti più il recupero. Per me fare il tifo per il Savona vuol dire sorprendere il pubblico con coreografie pregevoli di incitamento: vedi tra le altre la partita in casa con il Val d’Aosta che ha dato la matematica certezza della promozione in Lega Pro 1, la partita in casa con la Pro Vercelli per la semifinale dei playoff dello scorso campionato o ancora la partita in trasferta vittoriosa ad Alessandria del campionato 2012-13. Possono essere anche striscioni di protesta contro qualche fatto (vedi orari cervellotici delle partite di questo campionato spezzatino) ma a questi striscioni non mancherà mai l’ironia, la bonaria presa in giro. Per me fare il tifo per il Savona vuol dire portare in alto il nome della città con iniziative solidali encomiabili (vedi l’ultima trasferta a L’Aquila) realizzando in trasferta almeno un pullman pieno di tifosi che riescono a fare una buona figura in campi avversari.
E qui iniziano i problemi per cui non più il mio calcio: i pullman non si riescono più a riempire, sicuramente per la mancanza di soldi, per la crisi economica, sicuramente per la scarsa qualità del gioco espresso in questo campionato, ma certamente la comodità di vedere in streaming la partita in TV ha influito e fatto sì che la gran parte dei cosiddetti “tifosi” presenti gli anni scorsi alle trasferte neanche ti rispondano più ai messaggi di adesione ai pullman.
E ancora, nonostante la buona volontà espressa nel cercare di unire il tifo in gradinata, detto tifo non potrà mai essere unito per estreme diversità di comportamento, di idee politiche e di cultura personale (vedi fastidiosissimi “buu” di scherno e insulti razziali con continue allusioni a una politica di destra espressi da una piccolissima parte del tifo caldo, che infastidiscono tremendamente la maggioranza del tifo).
Penso infine che per unire il tifo (ricordiamo il detto “L’unione fa la forza”) si ha bisogno di un’intelligenza e di un’elasticità mentale che la tifoseria savonese, ancorata dietro le sue antipatie-inimicizie-ripicche tipiche della provincia più estrema, non ha mai avuto e non potrà mai avere. Detto questo, anche per rispetto all’età che possiedo, ho deciso di smettere assolutamente ad impegnarmi per organizzare il tifo. Ciò non toglie che quando avrò voglia sarò lì a tifare, fremere, palpitare per il mio Savona sui gradoni del Bacigalupo, ma libero dalle pressioni gravose che ultimamente mi ero addossato sulle spalle.
Per sempre “Forza Savona!”

Enrico Bardin

martedì 12 agosto 2014

IL CALENDARIO COMPLETO DELLA STAGIONE 2014/15 DEI BIANCOBLU'

Le partite del Savona:
1° Giornata
31 Agosto 2014 – 11 Gennaio 2015
Ancona – Savona

2° Giornata
7 Settembre 2014 – 18 Gennaio 2015
Savona – Spal

3° Giornata
14 Settembre 2014 – 25 Gennaio 2015
Lucchese – Savona

4° Giornata
17 Settembre 2014 – 1 Febbraio 2015
Savona – Pisa

5° Giornata
21 Settembre 2014 – 8 Febbraio 2015
Prato – Savona

6° Giornata
28 Settembre 2014 – 15 Febbraio 2015
Gubbio – Savona

7° Giornata
5 Ottobre 2014 – 22 Febbraio 2015
Savona – Ascoli

8° Giornata
12 Ottobre 2014 – 1 Marzo 2015
Pontedera – Savona

9° Giornata
19 Ottobre 2014 – 8 Marzo 2015
Savona – Santarcangelo

10° Giornata
26 Ottobre 2014 – 15 Marzo 2015
Pro Piacenza – Savona

11° Giornata
2 Novembre 2014 – 18 Marzo 2015
Savona – Carrarese

12° Giornata
9 Novembre 2014 – 22 Marzo 2015
Grosseto – Savona

13° Giornata
16 Novembre 2014 – 29 Marzo 2015
Savona – San Marino

14° Giornata
23 Novembre 2014 – 2 Aprile 2015
L’Aquila – Savona

15° Giornata
30 Novembre 2014 – 12 Aprile 2015
Savona – Tuttocuoio

16° Giornata
7 Dicembre 2014 – 19 Aprile 2015
Reggiana – Savona

17° Giornata
14 Dicembre 2014 – 26 Aprile 2015
Savona – Forlì

18° Giornata
21 Dicembre 2014 – 3 Maggio 2015
Teramo – Savona

19° Giornata
6 Gennaio 2014 – 10 Maggio 2015
Savona – Pistoiese